EVOLUZIONE IT

Perchè DataCenter

  • Home
  • Pensiero Prometeo
  • Evoluzione IT

Con questo breve documento, cercheremo di capire perché la Prometeo Informatica è arrivata a proporre il DataCenter ai propri Clienti e perché è convinta della bontà di questa soluzione.


Alla fine degli anni 50 inizio degli anni 60 esistevano in Italia pochissimi elaboratori in pochissime grandi aziende. Questi elaboratori tra l’altro costosissimi, funzionavano con schede perforate che venivano preparate da impiegati che traducevano documenti di uso comune come fatture di vendita, ma anche cambiali da riportare in contabilità etc.


Con il passare degli anni questi elaboratori hanno cominciato a diffondersi sempre nelle grandi aziende, ma anche in società di servizi (SED). Queste ultime fornivano ad aziende con esigenze di elaborazione dati l’elaboratore in affitto. Per meglio dire quelle società che non potevano permettersi la creazione di un centro meccanografico interno, si appoggiavano alle società di servizi fornendo loro i dati da elaborare per poi ottenere i risultati voluti, tipo statistiche di vendita, situazioni contabili dei clienti e così via. Con questa soluzione, molte aziende hanno così potuto avvicinarsi all’informatica anche senza avere costi eccessivi.


Negli anni 80 gli elaboratori diventano meno costosi e più veloci e molte aziende cominciano a valutare l’acquisto mettendo a budget una percentuale del fatturato dedicata al CED per acquisto, manutenzione dell’elaboratore e stipendi per i programmatori ed il software che servirà per creare l’embrione del Sistema Informativo aziendale. In questo periodo diverse società di servizi (SED) si trasformano nelle attuali software house e cominciano a fornire soluzioni software, analisti, analisti-programmatori alle aziende proprietarie di elaboratori. Inizia l’era del Capo Centro o Edp Manager che diventa parte essenziale del management di un’azienda ben strutturata. Da lui dipendono tutte le informazioni che diventeranno utili e poi essenziali per ogni buona azienda. I costi aziendali cominciano a lievitare e si spendono cifre importanti per un qualcosa che fino a qualche anno prima non era nemmeno immaginabile.


Verso la fine degli anni 80 inizio degli anni 90 il personal computer comincia a diffondersi nelle aziende caratterizzandosi con due aspetti principali uno positivo e l’altro negativo.


La possibilità di avere programmi con una interfaccia grafica piacevole e di “facile” utilizzo e di poter elaborare dati direttamente dalla propria scrivania senza dover passare tramite richieste lunghe ed elaborate fatte all’ Edp manager è un aspetto positivo (Visto dall’utente finale); inoltre il PC molto meno costoso dell’elaboratore centrale viene visto di buon occhio anche dalle piccole e medie aziende che fino a questo momento non potevano avvicinarsi all’informatica per una questione puramente economica.


La seconda particolarità porta all’inizio dell’era anarchico-informatica. Passato qualche anno i programmatori improvvisati nascono come i funghi, tutti si sentono esperti informatici ed ognuno riesce a creare uno pseudo programma ed una applicazione più bella e funzionale del collega della scrivania accanto. Questo però porta ad un aumento dei costi aziendali indiretti, gli impiegati usano parte del proprio tempo non per fare il lavoro per il quale sono stati assunti, ma per scoprire cosa c’è di nuovo nel PC, diventano gli unici conoscitori del dato o del report che portano al capo ufficio senza lasciare traccia o documentazione di come siano arrivati a questo o a quel risultato, con la conseguenza che ci si trova ad avere dei tanti piccoli Capo centro. Quando un dato è sbagliato non si sa più dove andare a trovare l’errore. Inizia l’era dei Virus, dei Pc che diventano vecchi, che devono essere puliti, riformattati, reinstallati e via con i costi che aumentano… Forse era meglio quando c’era il CED, ma il CED costa molto.


Quando sopra ci aiuta a capire descrivere l’evoluzione e i pensieri che ci hanno portato a creare Leather, ad affiancarlo a Sigla e a costruire il DataCenter. Abbiamo cercato di prendere il meglio dell’evoluzione di questi ultimi 50 anni. Abbiamo costruito Leather su piattaforma Pc per renderlo di facile utilizzo ed avvicinarlo a strumenti userfriendly di office automation (il meglio degli anni 90), l’abbiamo fatto in modalità server per sfruttare l’elaborazione centralizzata e risparmiare quindi in lunghe e costose installazioni su ogni singolo pc (il meglio degli anni 80) ed ora l’abbiamo portato nel DataCenter in affitto mensile per non gravare di costi inutili il Cliente finale (il meglio degli anni 60).


Crediamo fermamente di aver aperto la strada che dovremo percorrere nei prossimi anni.